GLI ULTIMI COMMENTI

  1. Avatar
  2. Avatar
  3. Avatar
  4. Avatar
  5. Avatar
Post più visti sui Vaccini
POST PIU VISTI SUL GREEN PASS

I vaccini sono stati proposti come una delle strategie per il controllo della popolazione. I vaccini immunocontraccettivi possono essere progettati per inibire:
(1) la produzione di gameti (sperma e uovo);
(2) funzioni dei gameti, che portano al blocco della fecondazione; e
(3) esito dei gameti (gravidanza). 

L’immunizzazione con l’ormone di rilascio delle gonadotropine accoppiato a diversi portatori ha mostrato una riduzione della produzione di sperma con concomitante infertilità in varie specie. 

Anche l’immunizzazione dei primati non umani e degli uomini con l’ormone follicolo-stimolante ovino ha comportato una riduzione della produzione di sperma. 

Varie proteine ​​specifiche degli spermatozoi come FA1, PH-20, LDH-C 4, SP-10, SP-17, sp56, SPAG9 e Izumo sono stati proposti come antigeni candidati per lo sviluppo di vaccini contraccettivi, che hanno mostrato efficacia nell’inibire la fertilità in diversi modelli animali. L’immunizzazione con immunogeni a base di glicoproteine ​​della zona pellucida determina anche una riduzione della fertilità in una varietà di specie

Tuttavia, devono ancora essere scoperti modi per superare l’ooforite osservata associata all’immunizzazione delle proteine ​​della zona, un passo necessario prima della loro proposta per il controllo della popolazione umana. Tuttavia, questo è un approccio molto promettente per controllare la popolazione di animali selvatici. Gli studi clinici di fase II sul vaccino a base di gonadotropina corionica umana nelle donne hanno stabilito la prova di principio che è possibile inibire la fertilità senza effetti collaterali negativi con la vaccinazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.