GLI ULTIMI COMMENTI

  1. Avatar
  2. Avatar
  3. Avatar
  4. Avatar
  5. Avatar
Post più visti sui Vaccini
POST PIU VISTI SUL GREEN PASS

Sul suo sito web personale, Soros ha pubblicato un mini saggio in cui sottolineava la sua massima dedizione alla nazione post-sovietica e il suo disconoscimento del presidente russo Vladimir Putin.

“Ho assistito alla trasformazione dell’Ucraina da una parte dell’Unione Sovietica al collasso a una democrazia liberale e una società aperta. Ha affrontato innumerevoli atti di aggressione russa, ma ha persistito. I coraggiosi ucraini sono ora in prima linea e rischiano la vita in un assalto che mi ricorda l’assedio di Budapest nel 1944 e l’assedio di Sarajevo nel 1993. È importante che sia l’alleanza transatlantica (Stati Uniti, Canada, Unione Europea , e il Regno Unito), ma anche altre nazioni fanno tutto ciò che è in loro potere per sostenere l’Ucraina nel suo momento di minaccia esistenziale. Le azioni di Putin sono un attacco diretto alla sovranità di tutti gli Stati che un tempo erano nell’Unione Sovietica e oltre. La Russia viola chiaramente la Carta delle Nazioni Unite e dovrebbe essere ritenuta responsabile. Consentire a Putin di riuscire nella sua ricerca invierà un messaggio in tutto il mondo che le nazioni possono essere semplicemente create o dissolte con la forza bruta. Dobbiamo stare con l’Ucraina, poiché loro rappresentano noi.” 

George Soros – 
Dobbiamo stare con l’Ucraina, come loro stanno con noi

Allora perché Soros è interessato all’Ucraina?

Ovviamente può nascondere le sue vere intenzioni sostenendo che vuole che il popolo ucraino resista alla forza d’invasione russa e che sta semplicemente difendendo la democrazia o cose del genere, ma è sempre molto più profondo di così.

Soros è la definizione di globalista e l’idea stessa di una nazione sovrana e orgogliosa lo addolora profondamente. Sin dalla Rivoluzione Colorata Euromaidan del 2013/2014 in Ucraina, il Paese ha accennato alle sue intenzioni di globalizzazione.

Sotto il presidente Volodymyr Zelensky, questi suggerimenti sono aumentati, con Zelensky che ha annunciato pubblicamente il suo sostegno all’ingresso dell’Ucraina nella NATO e nell’Unione Europea.

La Russia invece è l’esatto opposto. Dopo essersi aperta a tutto gas verso ovest negli anni ’90, la Russia è quasi crollata per la seconda volta in una sola generazione.

Dopo l’elezione di Vladimir Putin, questo processo è stato invertito, con la Russia che ha rinazionalizzato gran parte della sua industria e ha aperto la strada all’auto-dipendenza del paese.

Tenendo conto di queste differenze, ora è molto più facile capire perché Putin e Soros si sarebbero confrontati, e di certo non è nemmeno la prima volta. All’inizio degli anni 2000, Soros ha finanziato Mikheil Saakashvili, un politico georgiano anti Putin, e il suo tentativo di colpo di stato contro il governo georgiano stabilito.

Commenti
2 thoughts on “Il miliardario globalista George Soros ha annunciato il suo sostegno all’Ucraina nel recente conflitto russo-ucraino che ha preso d’assalto il mondo negli ultimi giorni.”
  1. Sono daccordo con il precedente commento… deve esserci un limite du stipendio oltre il quale nessuno fovrebbe andare.. specie i criminali come Soros, Gates, Rothschild, Rockfelker e altri.
    Allo stesso modo nessuno può avere tanto potere come gli USA che commettono crimini in tutto il mondo e nessuno ne chiede la condanna o sanzioni

    0
    0
  2. A nessuno dovrebbe essere permesso di avere tanti soldi da poter comprare dei governi. Finché non si capirà questo l’umanità sarà condannata a essere divisa in padroni e schiavi.

    2
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.