GLI ULTIMI COMMENTI

  1. Avatar
  2. Avatar
  3. Avatar
  4. Avatar
  5. Avatar
Post più visti sui Vaccini
POST PIU VISTI SUL GREEN PASS

Il dottor Gérard Guillaume è nostro ospite per un intervista. Cinquant’anni di pratica medica, compresi molti anni nello sport di alto livello – è stato per 17 anni il medico della squadra di ciclismo “la Française des Jeux”, un’esperienza sul campo – e anche personale, poiché ha contratto la malattia – di covid, ha portato il reumatologo a queste conclusioni: “esistono cure, preventive e curative, del Covid-19, contrariamente a quanto sostiene il governo. Scommettere tutto sulla strategia del vaccino è una sciocchezza”.

Se questa politica fosse stata applicata contro l’AIDS, i malati continuerebbero a morire in massa, tuttavia, vivono grazie al trattamento di triplice terapia.

Trattamenti, preventivi e curativi, del covid esistono, sono attuati in molti paesi: Argentina, Messico, Egitto, India, Bangladesh, Grecia, Slovacchia, Iran, Cechia, Portogallo (l’elenco è tutt’altro che esaustivo). Questi trattamenti hanno dato luogo a valutazioni e studi randomizzati che ne hanno confermato l’efficacia.

Ma queste valutazioni, agli occhi della comunità scientifica occidentale, sono poco credibili. Stiamo assistendo a una discriminazione scientifica , un vero razzismo scientifico, che non aumenta i loro autori .

Cosa sono:
– la prima ad oggi, l’ idrossiclorochina , difesa dal professor Didier Raoult a seguito dei buoni risultati cinesi che è stata oggetto di numerose critiche, tra cui una pubblicazione fraudolenta da parte di The Lancet del 22 maggio 2020, all’origine del ritiro della prescrizione in Francia per diversi mesi;
con o senza antibiotici, macrolidi, azitromicina, doxiciclina, claritromicina ,
integrati con la vitamina D , la vitamina C, lo zinco , e nel caso della quercetina , della lisina , del glutatione , della propoli .

– ivermectina , un antiparassitario destinato a combattere in Africa la cecità fluviale e la scabbia in Europa. Dichiarato farmaco essenziale dall’OMS e privo di effetti collaterali. Farmaco che ha proprietà antivirali e previene il ripetersi del covid.

Ha dato origine a numerosi studi randomizzati, meta-analisi, che ne dimostrano l’efficacia sia nella prevenzione che nel trattamento curativo con una riduzione del rischio di morte di oltre il 57% (Tess Lawrie)

– farmaci antimalarici, artemisia-artemisia annua , blu di metilene

– oli essenziali: tea tree, ravensara, nigella …

– antistaminici: anti-cetirizina, anti leucotrieni – Montelukast

– colchicina , valutata dal Montreal Heart Institute (Colcorona)

– suramina : molecola derivata dal triptano blu, indicata nella tripanosomiasi, inibitore della trascrittasi e quindi della replicazione virale (tisana o EO di aghi di pino silvestre)

Antidepressivi : l’effetto protettivo contro le forme gravi di Covid-19 sembra significativo per vari antidepressivi:

paroxetina – Deroxat; escitalopram -Seroplex – venlafaxina – Effexor; mirtazapina -Norset

Le piante MTC: astragalo, liquirizia, atractylodes, Saposhnikovia, Scutellaria ecc.

AVIGAN in Giappone (molecola non autorizzata in Europa)

attività fisica: paradosso quando le persone sono confinate ed è loro vietato l’accesso ai palazzetti dello sport, la sedentarietà aumenta del 2,3 il rischio di ricovero; finire in terapia intensiva entro l’1,7; morti per 2,5 (British Journal of Sport Medicine 14/4/21)

Perché una tale negazione? Perché lo Stato ha puntato tutto sulla vaccinazione

Se la ricerca dei vaccini è giustificata, la loro commercializzazione è stata molto (troppo) veloce, la fase 3 di valutazione si è conclusa nel 2022 (Pfizer) e nel 2023 (Moderna), essendo completamente celata la valutazione dei possibili effetti collaterali a medio e lungo termine.

Manca cautela con i vaccini di nuova generazione : all’incertezza di un virus di cui sappiamo poco si aggiunge l’incertezza delle tecnologie vaccinali.
I vaccini hanno beneficiato solo di un MA condizionale che è giustificato dall’urgenza della situazione, dalla mortalità della malattia, che è discutibile e soprattutto dalla mancanza di cure addotta dalle autorità sanitarie.

Ciò significa chiaramente che se un trattamento fosse convalidato, l’AIC condizionale per i vaccini cadrebbe e la vaccinazione dovrebbe essere interrotta! È molto curioso notare che i requisiti di valutazione dell’idrossiclorochina, farmaco noto da decenni, richiesti al professor Didier Raoult, non si applicano più ai vaccini. Come giustificare questo “doppio standard”?

Qualsiasi vaccinazione richiede il consenso informato dei beneficiari, il che è tutt’altro che vero.
Ricorda che il covid uccide i soggetti anziani, età media 83 anni, o portatori di comorbilità, malattie croniche, risparmia i soggetti giovani e ancora di più i bambini.

L’obiettivo del governo è vaccinare in massa, per di più, durante una pandemia.

Per sfuggire al sistema immunitario, il virus genera varianti, o attraverso mutazioni, errori commessi quando il virus si moltiplica e copia il suo materiale genetico; o per ricombinazione del materiale genetico di due virus, e i coronavirus sono i campioni della ricombinazione.

I vaccini di nuova generazione sono vaccini genetici; iniettano nelle nostre cellule parte del materiale genetico del virus che fa sì che le nostre cellule producano la proteina spike che attiverà la produzione, da parte delle nostre cellule, di AC contro questa proteina. Questo materiale genetico virale può ricombinarsi con un virus che co-infetta le nostre cellule, con il rischio di sviluppare varianti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.